ASIA/MYANMAR - Il Vescovo del territorio dei Rohingya: “Urge rispettare la dignità umana e costruire la pace”

Rated: , 0 Comments
Total hits: 8
Posted on: 09/13/17
Pyay – “La situazione dei Rohingya oggi è molto difficile da valutare. Non vi sono notizie certe e quelle che circolano sono contrastanti, a seconda che vengano dal governo, dai Rohingya o da altre fonti. Quello che possiamo dire è che auspichiamo fortemente una soluzione pacifica, che tenga conto del rispetto della dignità e dei diritti umani di tutti”: lo dichiara all’Agenzia Fides il Vescovo Alexander Pyone Cho, che guida la diocesi di Pyay, nell’Ovest del Myanmar. Pyay è la diocesi che copre il territorio dello stato di Rakhine, nell'Ovest del paese, dove è stanziata la popolazione della minoranze etnica dei Rohingya, di religione musulmana.
Mentre continuano a circolare notizie di violenze e bombardamenti sui civili, il Vescovo nota che “la situazione si è complicata ed è peggiorata per la presenza di estremisti che hanno alimentato il conflitto negli ultimi anni e che hanno generato sempre maggiore violenza”.
“I Rohingya – racconta mons. Pyone Cho – sono una popolazione pacifica e cordiale. Arrivarono in Birmania dal Bangladesh nell'era britannica e hanno convissuto per decenni con la popolazione locale dei Rakhine senza problemi. Quattro anni fa sono iniziati i primi disordini, dopo il presunto episodio di stupro compiuto da un Rohingya su un ragazza Rakhine. La tensione è salita rapidamente anche per l’intervento di gruppi estremisti buddisti e il conflitto si è trasformato anche in un carattere religioso. L'esercito è dovuto intervenire per controllare la situazione. Purtroppo la divisione e l’odio hanno continuato a covare, ed è nato perfino un gruppo armato dei Rohingya che ha compiuto attacchi”.
Il Vescovo Alexander Pyone Cho conclude: “Ora c’è grande difficoltà per le condizioni dei profughi, per la loro vita. L'area è totalmente chiusa e nessuno può verificare esattamente cosa stia accadendo. In quella zona non vi sono né cristiani né cattolici, e come Chiesa non possiamo operare in alcun modo. Possiamo solo pregare e chiedere il rispetto della dignità umana e la costruzione della pace. E’ quanto chiediamo anche a Papa Francesco che con gioia accoglieremo alla fine di novembre in Myanmar”.

>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment

Most Popular

groene Laserstraal
De groene laser pointer met vijf standaard situaties krijg je een gratis draagtas, zodat alle verschillende systemen en de laser ... ...





Login


Username:
Password:

forgotten password?